PRURITO ANALE
Biagio Ravo M.D. F.A.C.S. - F.I.C.S.

Dimplomate of American Board of Surgery
Specialista in Chirurgia Generale

Chirurgia Colo-Rettale - Proctologica
Chirurgia Laparoscopica - Endoscopica
Indietro - patologie
Cos’è il prurito anale?
Avere prurito intorno alla zona anale è una condizione comune ed è chiamato proprio prurito anale.  Il  
risultato è un’irresistibile voglia di grattarsi. Può essere più avvertibile durante la notte o dopo movimenti  
intestinali.

Da cosa può essere causato?
Molti sono i fattori che possono esserne la causa. Una causa comune è l’eccessiva pulizia della zona anale.  
Altre possibili cause sono l’umidità intorno alla zona anale, derivante da un’eccessiva sudorazione o da feci  
appiccicose.  In alcune persone, delle feci troppo fluide o irritanti potrebbero essere causate da un  
eccessivo apporto di liquidi.

In aggiunta, bere alcune bevande come gli alcolici - la birra specialmente - latte, cedro, spremuta di frutta,  
e bevande contenenti la caffeina, come il caffè, il te e la cola, potrebbero essere un’aggravante in alcune  
persone. Similmente, alcuni cibi potrebbero essere un problema tra cui la cioccolata, la frutta, i pomodori,  
le noci e i popcorn e l’uso di spezie come pepe e peperoncino. Altre cause del prurito anale potrebbero  
includere: ossiuri, psoriasi, eczema, dermatiti, emorroidi, ragade anale, infezioni anali e allergie.

Il prurito anale risulta da una scarsa igiene?
La scarsa igiene è occasionalmente un fattore. Comunque, la tendenza delle persone, una volta che  
sviluppano il prurito anale è di lavare insistentemente e vigorosamente la zona con il sapone. Questo nella  
maggior parte dei casi peggiora la situazione danneggiando la pelle e portando via oli naturali protettivi.

Cosa si può fare per fermare il prurito?
Un attento esame da un medico esperto  potrebbe identificare e definire la causa del prurito. Il tuo medico  
può raccomandare un trattamento per  eliminare il problema specifico. Il trattamento del prurito anale può  
includere quanto segue:
 
1- EVITARE ALTRI TRAUMI alla zona interessata:
- Non usare sapone di alcun genere nella zona anale
- Non grattare la zona anale  - neanche con la carta igienica
- Per l’igiene, usare carta igienica umida o salviette umidificate per l’area da pulire. Mai strofinare.
- Provare a non grattarsi mai. Il grattare produce più danni, il che fa peggiorare il prurito.

2- EVITARE L’UMIDITA’ nella zona anale:
          - Asciugare bene la zona anale con aria calda (asciugacapelli)
- Applicare delle  garza 4 x 4 o altro per mantenere l’area asciutta.
- Evitare tutte le medicazioni, profumi e deodoranti in polvere.

3- USARE SOLO  FARMACI  PRESCRITTI  DAL TUO MEDICO e usarlI solo come prescritto.

Quanto ci mette solitamente il trattamento a fare effetto?
A secondo la causa la maggior parte delle persone trovano sollievo dal prurito in circa una settimana.  
La guarigione completa impiega a volte dalle 4 alle 6 settimane.
WYSIWYG Web Builder
Biagio Ravo  ·  All Rights reserved  ·